INCLUSIVE

INCLUSIVE

I moderni sistemi di produzione stanno diventando sempre più complessi per adeguarsi alle richieste del mercato in continua evoluzione. Nonostante gli elevati livelli di automazione di macchine e robot, gli esseri umani rimangono centrali per le operazioni di produzione, dal momento che si fanno carico del controllo e supervisione delle attività produttive. Gli operatori umani interagiscono con le macchine e robot per mezzo di interfacce uomo-macchina (HMI), che stanno a loro volta inevitabilmente diventando molto complesse, comprendono una vasta gamma di possibili modalità e comandi operativi.

In questo scenario, gli operatori sperimentano molte difficoltà nell'interagire in modo efficiente con l'HMI ; questo è particolarmente vero per i lavoratori di mezza età che si sentono a disagio nell'interazione con un sistema computerizzato complesso, così come i giovani inesperti o i disabili.   Per superare questo gap, INCLUSIVE mira a sviluppare un nuovo concetto di interazione tra l'utente e le macchine in cui il comportamento del sistema di automazione si adatta alle capacità di un operatore umano.

 

Inclusive si basa su tre pilastri:

  • Misurare le capacità umane
  • Adattamento delle interfacce alle capacità umane.
  • Insegnamento e formazione degli utenti non qualificati.

L'obiettivo del progetto è quello di sviluppare un ambiente di lavoro inclusivo per garantire il massimo confort e al contempo una maggior produttività dei lavoratori con i nuovi sistemi automatici di produzione. Per raggiungere questo obiettivo, INCLUSIVE svilupperà un ecosistema di innovazioni tecnologiche guidate dalle analisi del fattore umano applicato a tre casi di utilizzo industriale concreti.

Acronimo: 
INCLUSIVE
Referente: 
Elisabetta Toschi
Gruppo di lavoro: 
Raffaella Agostini | Simone Bacciglieri | Cristina Boccafogli | Leda Bologni | Elisa Cargalli | Debora Facchini | Rosanna Gadaleta | Lucia Mazzoni | Daniele Sangiorgi | Maria Grazia Zucchini